Se c’è un perchè

Su RAI UNO si ricorda la figura di Rocco Chinnici.

Oggi a Che Tempo Che Fa e in settimana con uno sceneggiato a Lui dedicato.

Quando Palermo fu come Beirut, potremmo dire.

Questa è la TV di Stato che vorrei.

Diversa da quella che oggi pomeriggio ha ospitato una sproloquiante madre di Andrea Bocelli.

Il problema non è il canone ma il palinsesto.

Lo scandalo non è il prezzo ma il prodotto.

iRoby

 


Elezioni

Ci aspetta un lungo, faticoso e imprevedibile periodo di campagna elettorale.

Per certi versi anche fastidioso.

Ho deciso, come blogger, di occuparmi di cose apparentemente marginali.

Oggi ne propongo due.

Berlusconi che propone lo stop degli allevamenti da animali da pelliccia.

EVVIVA

Il Sindaco di Cerignola.

UN ESEMPIO

Vediamo se può essere un approccio interessante.

iRoby


Se

Sapete di cosa sto parlando.

Se non lo sapete vivete sulla Luna.

Se.

Se qualcuno avesse detto o scritto che c’è una scrofa che si aggira per Roma che si chiama Nilde Iotti perché così è stata battezzata da Massimo D’Alema non avrei ne riso ne sorriso.

Non ripeto invano il nome di una donna che non può che avere tutto il mio rispetto e la mia ammirazione. NdR

Se (…) avrei fatto fatica a comprendere la presunta sottesa ironia.

Se (…) avrei difeso la libertà di satira ma pensato che il cattivo gusto sta prendendo il sopravvento.

Se (…) avrei voluto vedere un generalizzato richiamo al rispetto e alla sobrietà.

Se.

iRoby


Gigino il Webmaster il giorno dopo

Sempre dal Corriere della Sera.

«Vaccini obbligatori come nel resto d’Europa: ne rendiamo obbligatori 4, e poi aumentiamo e ci sono epidemie o problematiche. Il prof. Silvestri ci ha aiutato a scrivere la proposta di legge Taverna. Io non ho mai detto di essere contrario all’obbligatorietà».

Il giorno dopo la puntata di ieri.

IERI

Forse perché ieri era un giorno dispari ed oggi è un giorno pari?

Ma il passaggio che mi terrorizza è questo: “… e poi aumentiamo e ci sono epidemie o problematiche.

Tanta paura, tanta preoccupazione.

iRoby


Le raccomandazione di Gigino il Webmaster

«Cambieremo la legge Lorenzin sui vaccini, faremo una legge per raccomandare le vaccinazioni. Noi intendiamo l’obbligo come era inteso prima del decreto Lorenzin».

Questo riporta il Corriere della Sera.

Adesso mi aspetto una proposta di riordino di tutto l’impianto normativo italiano.

Si raccomanderà a chi guida di non superare i limiti di velocità e di non commettere le infrazioni più eclatanti, tipo passare con il rosso.

Si raccomanderà ai politici ed ai dipendenti pubblici di non intascare (troppe) tangenti.

Si raccomanderà ai ladri di contenersi con i furti e di riposare ed astenersi dal delinquere la domenica e le feste comandate.

Anche la Chiesa cattolica sembra interessato a questo nuovo modello disincentivante piuttosto che ostativo e pare che verra messa mano ad alcuni, se non a tutti, Comandamenti di Dio.

Queste alcune anticipazioni sulle novità più rilevanti.

  1. Non dovresti avere altro Dio all’infuori di me.
  2. Non nominare se è possibile il nome di Dio invano.
  3. Ricordati di santificare almeno la metà delle feste.
  4. Onora il padre e la madre o almeno uno dei due.
  5. Non uccidere immotivatamente.
  6. Non commettere adulterio (o atti impuri) senza poi pentirtene un pochettino.
  7. Non rubare a meno di necessità impellenti.
  8. Non esagerare nel dire falsa testimonianza.
  9. Cerca di non esagerare nel desiderare le donne d’altri.
  10. Non desiderare la roba d’altri quando è di cattivo gusto o in cattivo stato.

iRoby


Nell’illegalità assoluta

Il nostro Paese vive una progressiva immersione nella illegalità assoluta.

Illegalità che parte delle apparenti piccole e poco significative cose.

Quelle che sono il viatico per giustificare l’illegalità come disvalore assoluto.

Si parte dal salire su di un mezzo pubblico senza avere pagato il biglietto, dal sedere in prima classe in treno avendo il biglietto per la seconda, dal posteggiare in seconda fila per non prendere la sanzione per il mancato pagamento per la sosta, dal buttare un fazzoletto di carta per terra …

… e poi dov’è il limite?

Bruciare un senza fissa dimora per noia o per divertimento?

Massacrare di botte un ragazzino coetaneo per scimmiottare una serie televisiva?

Se non c’è la linea di demarcazione tra legalità e illegalità cosa è permesso e cosa è vietato?

iRoby


In un sol giorno

La Merkel blinda l’accordo sulla Grande Coalizione.

Gli indici di borsa continuano la loro corsa al rialzo.

Trump da il peggio di se stesso.

La Raggi vuole più poteri per distruggere definitivamente la Città Eterna.

L’Appendino riesce nella impresa impossibile di far dimettere il Collegio dei Revisori dei Conti.

Liberi e Uguali salgono sull’Aventino elettorale.

iRoby