Cittadino ... consapevole. Public servant ... orgoglioso, di esserlo. Curioso ... come un gatto. Innovatore ... credo, spero, insomma ci provo. Figlio di questo tempo ... quindi iRoby What else?

Cittadino ... consapevole. Public servant ... orgoglioso, di esserlo. Curioso ... come un gatto. Innovatore ... credo, spero, insomma ci provo. Figlio di questo tempo ... quindi iRoby What else?

USA 2019 (30)

THE BEAUTIFUL SAN DIEGO

Confesso di amare San Diego come pochi posti al mondo.

Adoro il suo clima, le sue spiagge, la sua cucina, la sua allegria, la sua eleganza.

Adoro inoltre il mischiarsi continuo di inglese e spagnolo in un modo che alla fine non ti rendi neanche più bene conto di che lingua stai ascoltando e tu stesso parlando.

Quando posso metto sempre una tappa a San Diego nei miei viaggi, anche quando è difficile comprenderne la razionalità.

Anche in questo lungo ed impegnativo viaggio una tappa nella bella San Diego ci è stata proprio bene.

iRoby

USA 2019 (27)

Da Long Beach a Palm Springs il percorso è breve, meno di duecento chilometri, ma si passa da un temperatura di meno di trenta gradi ad una superiore ai quarantacinque.

Però se si vuole visitare il Joshua Tree National Park dormire a Palm Springs un paio di notti è la cosa più razionale da fare.

Temperatura altissima e aria irrespirabile come in Italia per via però della surreale crisi politica e del farsesco tentativo di metterci una pezza con il così detto Conte due.

Per scrupolo sono andato a rivedermi cosa ho scritto a partire dal mese di maggio dello scorso anno sul Conte uno.

Direi il peggio possibile sul Presidente e sul suo Governo.

Ovviamente potete controllare di persona andando a ritroso sul Blog, fino a trovare i commenti sul CV taroccato del Dott. Prof. Avv.

Ora sono più tranquillo, a chi prova solo per ipotesi ad accusarmi di strabismo, asimmetria o partigianeria lo sbrano.

Non avrei comprato un’auto usata da Arlecchino nel 2018 così come non la comprerei da Azzecca Garbugli nel 2019.

iRoby

USA 2019 (26)

Giornata dedicata al più assoluto relax nella splendida cornice del Maya Hotel di Long Beach, Los Angeles, California.

Quindi con tanto tempo a disposizione per riprendere in mano alcune pratiche di lavoro e a leggere, qua e là, in merito alle deliranti vicende della politica italiana per poi commentarle sui social.

Ho sempre pensato e scritto tutto il male possibile del surreale governo Conte, Di Maio, Salvini e mi sento libero di esprimere una opinione persino peggiore del così detto nascente Conte due, Conte uno secondo lo schema di Di Maio per cui il primo tentativo non vale e si comincia a contare da zero.

Ho provato anche a spiegare con educazione e pazienza che conosco il diritto costituzionale e non ne faccio una valutazione di legittimità ma solo di merito politico.

Ma, come si dice, non c’è peggior sordo di chi non vuole sentire.

Soprattutto di chi, con la coda di paglia in fiamme, nel merito non vuole entrare per manifesta perdita della coerenza e della dignità politica.

Questo governo nasce con l’icona della cadrega, ovvero della ricompensa per la svendita della sovranità del nostro Paese.

E lo scrive un europeista convinto, non un sovranista.

Ma tra il sovranismo e la cessione della sovranità c’è di mezzo, questa volta, anche l’ambizione patologica di Conte, mezzo Arlecchino e mezzo Azzecca Garbugli.

Una terribile tempesta perfetta dove abbiamo ancora da capite chi sono i nuovi padroni di Arlecchino e a chi risponde l’Azzecca Garbugli.

Le alleanze dovrebbero nascere da programmi elettorali condivisi e sottoposti alla valutazione preventiva degli elettori, prima del voto e non con il solo fine dell’occupazione delle cadreghe.

Ripeto, giornata dedicata al relax ed occupata, così, a dire come sempre quello che penso, senza doverne rispondere a nessuno, per gratitudine o per accumulare crediti.

Io, perlomeno, altri non mi pare.

iRoby

PS Questo post l’ho scritto usando lo smartphone in una lavanderia a gettoni – grazie per l’ottimo WI-FI – quindi chiedo scusa per eventuali errori di battitura.

USA 2019 (24)

Non so che fare.

Ne parlo o non ne parlo?

Mettiamola così, dalla California la vedo così:

“Io ne ho visto cose che voi umani non potreste immaginarvi: cerchi magici, aerei presidenziali, decreti salva banche, concessioni autostradali e bambini di Bibbiano.
E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia.
È tempo del governo della cadrega”.

Già, perché di questo si tratta, solo di sedie su cui poggiare il deretano.

Se no quale ragione, quale programma, quale visione potrebbero avere in comune o minimamente condividere forze politiche che fino a qualche giorno fa passavamo il loro tempo ad insultarsi?

Del precedente governo e della stragrande maggioranza dei suoi provvedimenti ho sempre pensato, detto e scritto tutto il male possibile.

Quindi per cortesia nessun ricamo inopportuno su questo post.

L’Italia da qui per me non è mai stata così distante.

La pessima opinione poi che ho di Conte non è un mistero.

Un Arlecchino ambizioso che sta cogliendo l’occasione per emanciparsi dai due padroni che ha umilmente servito fino a qualche giorno fa.

Che tristezza.

iRoby

USA 2019 (23)

Finalmente ho smaltito del tutto quel persistente senso di fastidio procurato dall’altura, alla quale non sono per niente abituato.

Infatti io sono un animale da città con la tendenza a trovarmi bene al mare, quindi al suo livello di altitudine.

Per cui, bellissimo viaggio, ma per il futuro devo ricordarmi che vivere costantemente tra i 1500 e i 2500 metri di altezza per 20 giorni di fila è una esperienza per la quale non sono stato progettato.

Vivere invece a meno 9 di fuso orario invece ha molti lati positivi.

A tutti quelli che mi cercano per lavoro riesco a dare una risposta al mattino appena sveglio sorseggiando un caffè mentre per loro la giornata lavorativa è quasi terminata.

E poi i problemi di cui volevano parlarmi per la maggioranza dei casi si sono già risolti da soli.

Ovviamente sto seguendo i surreali sviluppi della crisi politica italiana, ma prima di cena è già successo tutto quello che poteva succedere per cui posso mangiare tranquillo.

Della California vi racconterò qualcosa nei prossimi giorni, nulla di nuovo però, mi sembra di essere a casa, come quando sono a Manhattan.

iRoby

USA 2019 (22)

La Delta si è dimostrata, come sempre mi è accaduto fino ad ora, una compagnia affidabile e professionale.

Volo perfetto per rispetto degli orari e confort.

La California è come Manhattan, non ho più niente di nuovo da scoprire e ci torno per affezione, perché ci sto bene.

Molto bello, anche un po’ di fortuna non guasta, l’albergo stile messicano a Long Beach.

Sono innamorato di tutto quello che c’è sulla costa tra Los Angeles e San Diego.

Quest’anno rimando “basso”, mai sopra Los Angeles, nessuna escursione a Frisco o in Napa Valley.

Mi staccherò dal Pacifico tra qualche giorno ma ve ne parlerò a tempo debito.

iRoby