Cittadino ... consapevole. Public servant ... orgoglioso, di esserlo. Curioso ... come un gatto. Innovatore ... credo, spero, insomma ci provo. Figlio di questo tempo ... quindi iRoby What else?

Cittadino ... consapevole. Public servant ... orgoglioso, di esserlo. Curioso ... come un gatto. Innovatore ... credo, spero, insomma ci provo. Figlio di questo tempo ... quindi iRoby What else?

Cosa resterà.

Cosa resterà nei libri di storia degli Stati Generali, organizzati in pompa magna da Giuseppi con la collaborazione del ciambellano Rocco a Villa Pamphilj?

Ho anticipato la domanda questa mattina sul mio profilo Facebook, però mi fa piacere lasciarne traccia anche sul Blog.

Una surreale messa in scena che non ha prodotto una idee di paese, proposte per il futuro, contenuti degni di nota.

Solo vuote parole sotto forma di slogan, tipo più internet e meno burocrazia.

Una passerella che non è stata in grado di generare slancio, ottimismo, orgoglio.

Il nulla assoluto.

L’unica speranza è quella di non trovare traccia dell’evento nei libri di storia.

Che cali il silenzio.

iRoby

Ma è il caso?

Circa duecento nuovi positivi al giorno, quasi tutti per fortuna asintomatici.

Lo 0,0000033% della popolazione italiana.

Non dico di sottovalutare il problema e di non prendere le precauzioni opportune, ma è il caso di generare un sistematico allarmismo e un diffuso senso di pessimismo?

Non sarebbe il caso che la politica, i media e la comunità scientifica provassero a trattare gli italiani come se non fossero tutti incapaci di pensare e di comportarsi in maniera adeguata?

iRoby

Non il cosa ma il come

Mi sembra chiaro che la proroga dello stato di emergenza non fosse in dubbio e che nessuno può dirsi sorpreso del suo prolungamento fino a fine anno.

Quello che (mi) da fastidio è la solita fuga in avanti da parte di Giuseppi che gestisce la comunicazione, complice la regia del Gran Fratellino, al secolo Rocco, come se lui fosse un uomo solo al comando.

Quindi ci dobbiamo aspettare una ulteriore sospensione della democrazia e delle libertà individuali a colpi di DPCM?

L’emergenza richiede di essere gestita e non deve prevedere pieni poteri nelle mani di un avvocato venuto dal nulla.

iRoby