Bettino

Non ho mai provato particolare simpatia per Bettino Craxi e non ho mai votato Partita Socialista, anzi, durante la notte di Sigonella non mi sono sentito rappresentato dal Presidente e ho ritenuto sbagliata la scelta di mettersi in qualche maniera in protezione dei terroristi e contro gli Stati Uniti.

Non ho però altrettanto mai gioito per le monetino del Raphael, residenza romana di Craxi, per le sue disgrazie politiche e personali e per la sua strumentale ed sproporzionata demonizzazione.

Quelle monetine, in particolare, mi hanno ricordato le pietre scagliate da chi ipocritamente dimentica le sue tante colpe.

All’epoca tutti sapevano e tutti erano complici e collusi.

In sistema di finanziamento dei partiti era costruito così e stava bene a tutti.

Compresi alcuni politici che sarebbero poi stati chiamati, stranamente impuniti, a ricoprire le più alte cariche dello Stato.

Trovo quindi ora stucchevole rinvangare le sue colpe politiche solo perché un film ha voluto ricordare e ricostruire la sua vita di un uomo.

A tutti suggerisco di guardare con attenzione tutte le puntate della serie 1992, 1993 e 1994 ideata e rappresentata dall’ottimo Stefano Accorsi.

iRoby


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*