La mia città

Era un po’ di empo che non passavo tutto il giorno a Torino, la mia Città.

L’ho trovata in fase regressiva: triste, sporca, abbandonata, ferita, trascurata, spenta, (…), decaduta.

I’ultimo aspetto è quello che più mi ferisce è l’ultimo.

Non è in fase di decadenza ma ormai decaduta.

Il danno è stato fatto ed è ormai irreparabile.

In senso di tristezza che provo è profondo.

Non ho altre parole con cui esprime la mia amarezza.

iRoby