La nave non va

O perlomeno non vola sulle onde con il vento in poppa ma piuttosto arranca di bolina.

Per cortesia nessuna intenda poppa come una battuta sessista, grazie. NdR.

Si legge in queste ore di battuta di arresto della economia italiana e di indebolimento del così detto “effettorenzi“.

A me sembra naturale rispolverare qualche nozione sul ruolo della aspettative – in economia – e sulle profezie che sia auto avverano.

Strategie da maneggiare con cura, così come le politiche di stop and go, perché non necessariamente consentono di raggiungere i risultati attesi.

Copia di foto-95

Come disse un mio saggio e caro Amico a suo padre entusiasta il giorno in cui si iscrisse ad ingegneria, “non è oggi che dobbiamo festeggiare ma piuttosto il giorno della mia laurea“.

Mi sembra che prima il Presidente Berlusconi ed adesso il Presidente Renzi abbiano festeggiato con troppo largo anticipo solo per aver iniziato a mettere in atto delle politiche economiche, senza attendere di poterne valutare almeno il primo step del loro esito.

iRoby

Competition is competition

La FCA, gli Agnelli o quello che ora è della storica Fabbrica Italiana Automobili Torino lascia fiscalmente l’Italia, la Regione Piemonte e la Città di Torino.

Non mi unisco alle grida di dolore.

Competition is competition.

E l’Italia, la  Regione Piemonte e la Città di Torino non sono oggi fiscalmente attrattivi.

Quindi chi deve competere su un mercato globale saluta e se ne va.

Copia di FullSizeRender-17

Mi hanno insegnato che il tasso di interesse che occorre che mi assicuri la mia banca deve essere almeno sufficiente a ripagarmi del consumo delle suole delle scarpe consumato per portare il capitale alla filiale più vicina.

Apprendo ora che i tassi di interesse sui depositi stanno diventando negativi.

La gratitudine non è una variabile utilizzabile in economia.

In un mondo globalizzato sopravvive solo chi comprende e si adegua al cambiamento.

iRoby

Avete scherzato! State scherzando?

Gli inglesi stanno firmando una ridicola petizione on line per cambiare le regole del referendum e tornare al voto per il brexit.

Pare si chiedano attoniti: “Cosa abbiamo fatto?”.

Anche i politici inglesi sostenitori del brexit iniziano avere qualche palese preoccupazione.

Ci dispiace tanto ma non si può rigiocare una finale di Champions League persa invocando che si cambi la regola dei rigori e si debba giocare ad oltranza.

Nel calcio c’è solo il precedente dell’inter, che si fa vanto di scudetti mai vinti. NdR

Copia di IMG_5203

Per cortesia nessun ripensamento, un po’ di dignità, suvvia.

E poi la speculazione sui mercato è irreversibile, quindi non si torna indietro.

Dispiace, ma è andata così e adesso fora di ball.

A cominciare – e subito, domani mattina – con le dimissioni dei deputati europei e del Commissario inglese.

Non si tratta di essere offesi o ancora peggio di una ritorsione, semplicemente avete deciso di abbandonare una casa e quindi non potete più presentarvi all’assemblea di condominio oppure a mangiare la minestra a cena.

Bay, bay …

iRoby

Brainxit

Gli inglesi si sono fatti una domanda, si sono dati una risposta e adesso – come è solito dire in questi casi – fuori dalle balls.

Integrando in mio post di ieri sera, auspico, da europeo per cooptazione e tiepido europeista, che non ci siano sconti, compromessi e tentennamenti.

12919919_10209165056912392_2048435830111305676_n

Per prima cosa elaboriamo velocemente il lutto focalizzandoci sul fatto che non è uscita l’Europa dalla Gran Bretagna ma il contrario, che i problemi più grossi li avranno loro e non noi e che da adesso in avanti ci saremo noi e loro.

Ricordiamoci poi che loro non sono mai completamente entrati nell’Unione Europea, mantenendo moneta, sistema metrico e senso di marcia diversi.

Ultima considerazione, i giovani inglesi volevano rimanere – vedevano nell’Unione una opportunità -, sulla loro opinione ha prevalso il rantolo dei vecchi e delle loro rendite di posizione.

Questa è andata – e questi, loro, se ne sono andati -, teniamone conto, facciamone prezioso tesoro, per il futuro e per le scelte future.

iRoby

 

I miei due centesimi di Euro

In queste ore ha prevalso la demagogia della democrazia asimmetrica ed emotiva.

In queste ore hanno perso gli inglesi che patiranno – non da soli ma più degli altri – una scelta inconsapevole.

Il loro voto è stato guidato da presunti leader politici che hanno lasciato prevalere il loro interesse personale a quello della collettività.

dislikeemoticon

Il progetto Europa ha problemi importanti ed evidenti, ma non è con l’exit che questi vengono risolti.

Ma il politico pur di essere eletto è disposto a fare patti con chiunque.

Anche con il danno assoluto arrecato ad i propri emotivi ed inconsapevoli elettori.

iRoby

Rileggo

Leggo su La Stampa di una pubblica amministrazione senza carta.

Leggo di possibili risparmi per miliardi di euro.

Lo leggo e lo rileggo purtroppo da tanti troppo tempo per crederci ancora seriamente.

…  paperless office …

… lotta ai fax …

… digitalizzazione della pubblica amministrazione …

bradipo-04

Non ho dubbi sulla bontà dello studio realizzato da ForumPA.

Altri studi, altrettanto credibili e professionali, hanno quantificato i possibili risparmi prodotti dalla fatturazione elettronica e dai sistemi di pagamento digitali.

Ma in questo campo l’Italia si muove con la velocità e l’agilità di un bradipo.

Ed alla fine qualcuno scrive e qualcun altro legge.

Ma pochissimo accade.

iRoby

Internet, BUL e SPID

L’Italia ha celebrato i trenta anni di Internet.

Qualcuno ha fatto un pochettino di confusione e ha iniziato a parlare ad cazzum dei pionieristici siti web del 1986.

Qualcun altro ne ha rivendicato orgogliosamente la progettazione e la realizzazione.

Copia di FullSizeRender-14

Dopo trenta anni – evocativamente quasi una guerra – siamo all’anno della BUL e di SPID.

Tra trenta anni qualcuno ne parlerà ad minchiam.

Qualcun altro in continuità con quanto avviene ad oggi.

iRoby

“E” come Economia …

… ma anche “E” come Emotività.

Ovvero l’estremizzazione del ruolo delle aspettative.

Oggi Draghi si è giocato il jolly.

Misure eccezionali ed inattese per dare un segnale forte: “siamo sul pezzo abbiamo gli strumenti”.

Copia di FullSizeRender-14

I mercati subito gli hanno creduto.

TORO TORO TORO

Poi hanno riflettuto.

Se Draghi usa strumenti eccezionali allora siamo veramente in una situazione drammatica.

ORSO ORSO ORSO

iRoby

 

Apprendista stregone

La volatilità dei titoli in borsa in questi giorni può essere meglio descritta come un giro sulle montagne russe che ha favorito la speculazione di pochi a danno di tanti.

Vero è che la diminuzione del prezzo del petrolio e la delusioni per qualche indicatore di prospettiva di crescita e di produzioni di grandi paesi abituati alla doppia cifra come la Cina inferiore alla attese descrive un momento economico orientativamente depressivo, però le violentissime oscillazioni degli indici dell’inizio del 2016 non hanno poco o nulla a che vedere con l’economia reale.

11108830_10206594105880223_2299422371681570313_n

Pochi vendono a molti a valori alti – e probabilmente reali – per ricomprare a breve termine da molti a valori bassi.

I pochi sono gli speculatori che approfittano dei molti presi dal panico, sentimento creato a tavolino e ad arte.

Tecnicamente può essere definita una riallocazione della ricchezza.

Ma potremmo trovare delle definizioni più appropriate utilizzando un dizionario meno forbito.

iRoby

Slow

Abbinare slow al food è stata una splendida idea di Carlin Petrini.

Purtroppo però essere slow non sempre è una cifra distintiva di carattere negativo.

Copia di IMG_6888

Nel caso della velocità dell’accesso ad internet essere slow vuol dire essere lenti in senso negativo, nel caso italiano ultimi ultimi.

Ed essere slow nell’intervenire è un moltiplicatore di pessima pratica.

iRoby