Per una notte nel medio evo

In un albergo nel pieno centro di Roma, la Capitale d’Italia, la Città eterna.

Mi spiego meglio.

Da quando ieri sera alla 23 sono entrato nella camera dell’albergo che ho prenotato a Roma, fino a questa mattina quando ne sono uscito per iniziare il mio giro di riunioni e appuntamenti, sono rimasto completamente isolato.

Nessuna possibilità di connettersi alla rete WI-FI per i miei fidi iPhone e iPad ma neanche se una accesso alla rete dati e fonia.

Isolamento totale.

Copia di IMG_5098

Non cito l’albego perché non voglio fare pessima pubblicità ad una struttura per tutti gli altri aspetti più che adeguata.

Sto passando il resto della giornata a parlare di Banda Ultra Larga, di Crescita Digitale e di Smart Cities and Communities.

Però non so se mi viene da ridere o da piangere.

Decidete un po’ voi …

iRoby

Ve lo avevo detto …

Direi che sono stato buon profeta sulla vicenda greca.

Il diversamente simpatico duo, poi rimasto orfano dell’ossimoro dell’economista, ha fatto perdere tantissimo tempo e denaro a tutti per partorire un topolino mignon.

11108830_10206594105880223_2299422371681570313_n

Quello che ancora mi lascia attonito è la credibilità che alcuni continuano a riconoscere alla pantomima del premier ellenico.

Non posso che ammettere che spesso rappresentiamo la realtà non come questa sia ma come vorremmo che fosse.

Un esercito di idealisti si immaginava di aver trovato il novello Robin Hood e non riesce ad ammette, neanche di fonte ai fatti, e invece stanno ancora osannando Brancaleone da Norcia.

iRoby

 

BUL

A volte è inutile mettersi a scrivere qualcosa di sensato quando qualcun altro lo ha fatto prima di noi e bene.

In questo caso molto bene.

Riporto volentieri l’ottimo articolo del Professor Alfonso Fuggetta sulla utilità della banda larga e ultra larga e sulle strategie da perseguite per la sua diffusione.

#BUL

3208_1125476505979_3635619_n

Lo faccio perché ancora in questi giorni c’è in giro gente che si interroga sulla utilità dalla banda larga e ultra larga in particolare nelle aree meno densamente popolate e frequentate.

Questa volta i my two cents consistono nel segnalare un ottimo e recente articolo.

iRoby

 

Tra Grexit bis e Ruby ter

Di questo parlano, per fortuna almeno nell’ordine, i principali media on line italiani in questo afosissimo pomeriggio di fine giugno.

lost_emoticon

Il popolo italiano è in ansia per sapere se nella notte si troverà un accordo in extremis in seno all’Eurogruppo per salvare la Gracia ma anche quale ruolo hanno avuto i seni delle così dette olgiattine nella vita dell’ex Caimano e del former Cavaliere e nella complessa politica nazionale.

iRoby

La botte piena e la moglie ubriaca

Ovvero la demagogia del partito trasversale del populismo strafottente che si è insinuato in Europa nei paesi più fragili e sta per la annegare la sua prima vittima.

Lo stolto popolo greco che ha mandato al governo uno pseudo partito di arroganti bulli di periferia ben rappresentati da quella ridicola allegoria di Fonzie e di Toni Manero che sono Tsipras e Varoufakis.

1924887_10153452683713982_1445150812322423754_n

La prevalenza della cicala che deriva fino a ripetere l’atto scellerato dello scorpione sulla rana.

Ma l’Europa per fortuna si sta dimostrando una solida testuggine e il pungiglione di Synisa si frantumerà sul suo stratificato carapace.

iRoby

Si tratta, si specula

Le trattative tra la selezione del Mondo e la morosa Grecia proseguono da settimana e senza sosta tra alti e bassi, tra euforia e depressione, tra ottimismo e pessimismo.

Borsa, titoli azionari e obbligazionari, fondi, spread e ogni altra forma di investimento e di indicatore sono allegramente senza sosta sulle montagne russe.

Mai trattativa e speculazione sono andate così a braccetto.

Certaldo2

Resta da capire se il folcloristico statista greco è produttore, sceneggiatore, regista, attore o comparsa.

In ogni caso siamo di fronte ad una grande sceneggiata – altro che tragedia greca – che copre una ben più profittevole operazione speculativa che sta arricchendo pochi e ben informati a danno di tanti incolpevolmente ignari.

iRoby

Il silenzio assordante

Non si sente più parlare di crescita digitale, di banda ultra larga, di ecosistema digitale.

Bene potrebbe pensare qualche inguaribile ottimista.

Finalmente si è passati dalle parole ai fatti.

Siamo alla fine gioiosamente immersi nel tempo dell’execution.

3208_1125476505979_3635619_n

Purtroppo non è così.

Il silenzio assordante è anche il segno che nessun cantiere è aperto, nessun operaio è al lavoro, nessun mezzo è in movimento.

Siamo allo stallo perfetto.

Moriremo analogici.

O forse moriremo di analogico.

E non abbiamo neanche più voglia di parlarne e di scriverne.

iRoby