Tutto in un minuto …

… anche meno.

Leggo che nel tempo del battito delle ali di una farfalla Governo e Parlamento hanno approvato la riforma della Pubblica Amministrazione e quella degli Enti Locali, il Piano per la Banda Ultra Larga, il riassetto del sistema televisivo e della RAI ed il Piano degli Investimenti per il SUD.

Tutto molto bene.

Copia di IMG_5097

Non vorrei solo che si trattasse dei soliti buoni propositi pre vacanzieri.

Tipo, a settembre, quando torno dalla pensione Mari e Monti di Loano, smetto di fumare, mi metto a dieta, mi iscrivo in palestra e imbianco la cucina e il bagno.

Insomma, come disse il mio Amico EP a suo padre quando si complimentò con lui per essersi iscritto a ingegneria, la notizia non è quando ti consegnano il libretto universitario ma quando consegui la laurea.

iRoby

Per una notte nel medio evo

In un albergo nel pieno centro di Roma, la Capitale d’Italia, la Città eterna.

Mi spiego meglio.

Da quando ieri sera alla 23 sono entrato nella camera dell’albergo che ho prenotato a Roma, fino a questa mattina quando ne sono uscito per iniziare il mio giro di riunioni e appuntamenti, sono rimasto completamente isolato.

Nessuna possibilità di connettersi alla rete WI-FI per i miei fidi iPhone e iPad ma neanche se una accesso alla rete dati e fonia.

Isolamento totale.

Copia di IMG_5098

Non cito l’albego perché non voglio fare pessima pubblicità ad una struttura per tutti gli altri aspetti più che adeguata.

Sto passando il resto della giornata a parlare di Banda Ultra Larga, di Crescita Digitale e di Smart Cities and Communities.

Però non so se mi viene da ridere o da piangere.

Decidete un po’ voi …

iRoby

BUL

A volte è inutile mettersi a scrivere qualcosa di sensato quando qualcun altro lo ha fatto prima di noi e bene.

In questo caso molto bene.

Riporto volentieri l’ottimo articolo del Professor Alfonso Fuggetta sulla utilità della banda larga e ultra larga e sulle strategie da perseguite per la sua diffusione.

#BUL

3208_1125476505979_3635619_n

Lo faccio perché ancora in questi giorni c’è in giro gente che si interroga sulla utilità dalla banda larga e ultra larga in particolare nelle aree meno densamente popolate e frequentate.

Questa volta i my two cents consistono nel segnalare un ottimo e recente articolo.

iRoby

 

Assenti ingiustificati

Secondo il sondaggio sulla qualità della vita nelle principali città del Mondo, annualmente realizzato dalla rivista Monocle, e riportato in Italia dall’Uffington post, il Bel Paese non è presente nelle prime dieci posizioni, anzi undici, visto che in coda c’è un ex aequo.

Nell’ordine Tokyo, Vienna, Berlino, Melbourne, Sydney, Stoccolma, Vancouver, Helsinki, Monaco (di Baviera), Zurigo e Copenhagen i posti dove si vive meglio.

dislikeemoticon

Questo sondaggio fa il paio con quello sulla qualità della vita nelle diverse nazioni del Mondo che ho ripotato qualche settimana fa secondo il quale l’Italia si colloca solo al ventitreesimo posto.

Chissà se c’è una qualche correlazione con la nostra bassa propensione a comprendere, maneggiare ed utilizzare tecnologie digitali?

iRoby

Il silenzio assordante

Non si sente più parlare di crescita digitale, di banda ultra larga, di ecosistema digitale.

Bene potrebbe pensare qualche inguaribile ottimista.

Finalmente si è passati dalle parole ai fatti.

Siamo alla fine gioiosamente immersi nel tempo dell’execution.

3208_1125476505979_3635619_n

Purtroppo non è così.

Il silenzio assordante è anche il segno che nessun cantiere è aperto, nessun operaio è al lavoro, nessun mezzo è in movimento.

Siamo allo stallo perfetto.

Moriremo analogici.

O forse moriremo di analogico.

E non abbiamo neanche più voglia di parlarne e di scriverne.

iRoby