The meeting

Yesterday iRoby met one joshua tree.

Copia di FullSizeRender-13

But not only.

Oggi iRoby ha passato una splendida giornata nel Tucson Mountain Park.

O Seguaro National Park, come preferite.

Copia di FullSizeRender-14

E oggi ha provato la stessa sensazione di ridimensionamento che ha provato in punta alle scogliere in Bretagna, ai piedi di quelle in Normandia, sul bordo del Grand Canyon, di fronte alla maestosità di Monument Valley, al cospetto degli Oceani, (…), in punta ad un pontile a Key West.

A volte serve misurarsi per rimettere a posto le cose nella dovuta proporzione.

iRoby

Se …

… ti svegli in piena notte in una camera di albergo e non ti ricordi più dove sei, nessun panico.

Se il forno a microonde è più grande del tuo televisore in soggiorno.

Se il televisore di fronte al letto è più grande dello schermo di un drive in.

Se la temperatura è di sessantadue gradi Fahrenheit e non c’è modo di alzarla.

Se l’acqua e le bibite nel frigo bar sono pezzi di ghiaccio imbevibili.

Se in bagno non c’è il bide.

Copia di FullSizeRender-3

Sei sicuramente in una camera di albergo negli Stati Uniti.

iRoby

The long drive

Quasi mille chilometri percorsi.

Cinquecentodieci minuti circa di guida.

Sessanta minuti, uno più uno meno, di pit stop.

Vuoto per pieno venticinque galloni di benzina.

Il salto di un’ora di fuso che allungando la giornata aiuta.

Copia di FullSizeRender-12

E la meta è raggiunta.

Una notte a El Paso e poi via veloce verso Tucson.

Il coast to coast sta prendendo forma.

iRoby

 

 

Hard

Ci siamo, inizia la parte hard del coast to coast.

San Antonio, El Paso, Tucson, San Diego.

Temperatura di giorno costantemente a tre cifre fahrenheit, strada dritta, paesaggio lunare, vegetazione minimalista.

Ci vuole un fisico bestiale?

Copia di FullSizeRender-11

No, solo un pochettino di allenamento e tanta, tanta, tanta passione.

Torniamo al si viaggiare di una quindicina di giorni addietro.

#iRoby

 

 

t-shirt

Nella valigia e nel trolley si stanno accumulando tantissime t-shirt allegre e colorate.

Roba da pochi dollari, sia chiaro, non capi firmati.

Ecco cosa porterò a Torino con me di tangibile accanto ai ricordi di questo viaggio on road che si sta rivelando sempre più emozionante e gratificante.

Un coast to coast impegnativo ma affascinante.

NYC, Orlando, Tallahassee, Pensacola, New Orleans, Houston e adesso San Antonio, solo per citare le tappe dove ho almeno passato una notte.

Ma come non ricordare Daytona, Tampa, Panama City, Destin, (…), Austin?

11866292_10207440683204127_6321770487721323602_n

E nei prossimi giorni prima le tappe più dure, El Paso e Tucson, e poi la California con la sosta a San Diego, per rifiatare un attimo, e poi lungo la “101” e la “1”, con gli stop a Palm Beach, Malibù, Morro Bay, per arrivare  infine a Frisco, ultima tappa prima di volare per gli ultimi giorni a Manhattan, e consegnare la fida Buick Enclave.

Grandissima Auto!

Nei prossimi mesi mi vedrete spesso indossare delle t-shirt, allegre e colorate, e se farete attenzione non vi sfuggirà nel mio sguardo una nota di nostalgia e troverete nei miei discorsi tanta voglia di ripartire.

Ai capi firmati preferisco il biglietto per il prossimo viaggio.

iRoby

 

J.R. non abita più qui

Va bene, non sono a Dallas ma a Houston, però di gente con il cappellaccio a falde larghe in testa e con gli stivaloni in pelle di coccodrillo non ne ho visto neanche uno.

In compenso mi sono imbattuto in una comunità multietnica, allegra, gentile e piena di voglia di comunicare.

11866268_10207440682484109_3973830801512993258_n

La città, a dispetto dei milioni di abitanti e delle tantissime auto, tutte di grossa cilindrata e di dimensioni monster, si rivela molto più intelligente di tante colleghe europee  e italiane che si sono specializzate nell’organizzare ed ospitare soporiferi convegni sull’abusatissimo tema delle smart cities and communities.

Insomma, ve la faccio breve, se passate da queste parti lasciate gli stereotipi a casa.

iRoby

Oggi più che mai

L’ho sostenuto molte volte e oggi lo ribadisco, viaggiare è il migliore investimento che si possa fare del proprio tempo e del proprio denaro.

Un investimento che non ti lascia qualcosa di tangibile come un orologio o un gioiello ma che ti permette di vivere delle sensazioni che porterai sempre con te e che non riporrai mai in una cassetto o in una cassaforte.

E se sei bravo potrai provare a condividere, almeno in parte, queste sensazioni con gli atri.

Oggi sono stato in un posto particolare, la Whitney Plantation, dove grazie alla professionalità ed alla passione della bravissima guida ho potuto comprendere dal vivo cosa volesse dire essere un essere umano di colore costretto alla condizione di schiavitù.

Copia di FullSizeRender-9

[il giaciglio dove riposare]

Copia di FullSizeRender-10

[gabbia per 12 schiavi in attesa del loro destino]

Sono state due ore istruttive, educative, edificanti ma ovviamente grevi per la drammaticità del ricordo di come solo meno di cento anni fa un essere umano fosse, ad esempio, inventariato e non censito.

Mi fermo qui, questo è un blog senza la pretesa di insegnare nulla a nessuno.

Sono contento però di non avere mai il dubbio se entrare in una gioielleria oppure se acquistare un biglietto aereo.

iRoby