🇺🇸Stars and Stripes (20)

Alzataccia per andare a vedere le orche a Anacortes, circa 130 chilometri da Seattle.

Temperatura in picchiata, fino a 56 gradi Fahrenheit, e giornata plumbea e piovigginosa.

Imbarcazione spartanissima senza nessun tipo di servizio, tipo una bottiglia d’acqua, a parte il competentissimo equipaggio.

Ma ne è valsa veramente la pena.

Dopo un’ora di navigazione a tutta velocità sono iniziati gli avvistamenti e gli incontri con alcuni gruppi di orche.

Almeno due ore di emozioni allo stato purissimo.

Roba che poi ti chiedi, ma come si fa a tenere questi imponenti, bellissimi e intelligentissimi mammiferi in un acquario?

La mia posizione sugli zoo, sugli animali usati per gli spettacoli nel circo, sulla corrida e via dicendo dovrebbe esservi nota.

Da oggi è ancora più radicata e per certi versi radicale.

Oggi si scende verso l’Oregon, prima tappa, tre giorni, a Portland.

A domani

iRoby

🇺🇸Stars and Stripes (18)

Ieri giornata di transizione, un po’ per la pioggia noiosa un po’ perché  arrivato al giro di boa avevo bisogno di tirare un attimo il fiato e di un minimo di relax.

Anche perché oggi comincia la seconda parte del viaggio, quella che mi catapulta dal giro della musica e delle città a quello della natura e dell’oceano Pacifico.

Destinazione Seattle, poi da lì una lunga discesa verso Frisco attraversando tutto l’Oregon.

Adesso doccia, caffè e via verso l’areoporto.

Ci sentiamo da Seattle.

iRoby

🇺🇸Stars and Stripes (17)

Ieri, complice uno spiacevole e molto brutto episodio successo la sera prima, di cui parlerò forse solo dopo il rientro e a vicenda conclusa, ho deciso di rilsssarmi un po’ sulle coste del lago Michigan.

Un lungo giro fino alla bella Milwaukee passando per le graziose Kenosha e Racine.

#NonSoloChicago

Degna di nota una bellissima spiaggia dedicata agli Amici a quattro zampe.

Domani il grande #Jump

iRoby

🇺🇸Stars and Stripes (15)

Alla fine anche con Saint Louis ho fatto pace, non certo un innamoramento ma piuttosto una fugace storiella estiva della quale ma almeno non rimarrà un pessimo ricordo.

Complice la giornata dal clima variabile, ventoso e piacevole ho finalmente visitato la downtown e ne ho potuto apprezzare la tendenza ad essere smart.

Molto gradevole il City Garden, operazione riuscitissima di riqualificazione urbana, così come tutta la parte intorno al famoso Arco, il simbolo della Città.

Chiaro è che si sente, più che in altre città americane, le mancanza di storia ma, in questo caso, soprattutto di personalità.

Di Forest Park vi avevo già parlato, vero?

Non ricordo più, però è molto bello.

Questa mattina partenza per Chicago, ultima tappa della prima parte del viaggio, prima del jump verso …

Un po’ di pazienza, suvvia.

Prevedo di costeggiare la ROUTE 66, quindi niente noia oggi.

A domani.

iRoby

🇺🇸Stars and Stripes (14)

Complice il brutto tempo, ma temo non solo quello, Saint Louis si sta rivelando una mezza delusione.

Poche le cose da vedere, e quasi tutte chiuse di lunedì, tra un temporale e l’altro.

Temporali che non lasciamo scampo, arrivano d’improvviso e la pioggia scende fortissima, in quantità veramente abbondante.

Oltretutto, contrariamente a New Orleans, Memphis e Nashville non si mangia neanche particolarmente bene.

Come dire, ne carne ne pesce.

Mi aspettavo di meglio, capita viaggiando.

Buona giornata.

iRoby

🇺🇸Stars and Stripes (13)

Buongiorno,

oggi quasi niente da raccontare.

La lunga percorrenza tra Nashville e Saint Louis è stata più meno noiosa come quella tra New Orleans e  Memphis e quella tra Memphis e Nashville.

Nessuna cattiva sorpresa, era in preventivo.

Per fortuna verso la prossima meta si assaggerà un po’ di Route 66.

Tutto a suo tempo, però.


L’albergo, molto bello e particolare, è stato un errore da dilettanti.

Troppo distante dal centro il bel Moonrise, era sfuggito questo particolare.

Pace, ripeto, l’errore è ben compensato dall’originalità della struttura e dei servizi offerti tra cui un roof bar fantastico.

Adesso doccia e si parte alla disperata ricerca di una laundromat, anche questo richiede un lungo viaggio, anzi due in uno.

iRoby

🇺🇸Stars and Stripes (12)

Ieri prima giornata di assoluto relax iniziata con una visita al Campidoglio e alla sua deliziosa, piacevole e silenziosa zona circostante.

Poi un richiamo alla caotica e festante Broadway modello facciamoci qualche vasca ma senza scendere dall’auto.

Poi, spinto dalla fame, colpo di scena!

Per puro caso sono entrato nel BB King’s Blues Club Nashville.

Musica dal vivo di livello assoluto, il meglio di quello che ho avuto la fortuna di ascoltare fino ad adesso.

Hamburgher e ribs da urlo.

Birra spillata con arte e servita alla giusta temperatura.

Ne sono uscito a metà pomeriggio satollo ma felice.

Nel frattempo si era scatenato un temporale modello caraibico di pioggia calda e intensissima.

Ne è naturalmente scaturita una versione originale di Miss Maglietta Bagnata con protagoniste teenager e milf un po’ brille reduci dai giri sui perdal taverns.

Adesso doccia, caffè e si parte in direzione di Saint Louis.

A domani.

iRoby

🇺🇸Stars and Stripes (11)

Nashville è due città in una, come poche volte mi è capitato di vedere.

C’è la Broadway e poi il resto della Città.

Neanche a Memphis, la sua gemella, la differenza tra Beale Street e il resto della città è così netta.

Passeggiando per la Broadway si è letteralmente immersi nella musica, dentro e appena fuori i caratteristici honky tonks, oppure nel  rumore assordante e nelle grida di gente festante, soprattutto ragazzine o comunque donna, giovani e meno giovani ad esempio sui pedal taverns.

Per il resto è una città elegante, smart, come si dice, e piena di attrazioni  e punti di intiresse, non necessariamente connessi alla sua cifra distintiva, cioè la musica.

Gradevolissimi il Riverfront Park, il Cumberland Park e il John Seigenthaler Pedestrian Bridge.

Domani, prima di partire per (…), indovinate dove, vi racconto in resto.

iRoby