Il cestino del non cambiamento

Quello dove la maggioranza del cambiamento sta appallottolando uno dopo l’altra le surreali promesse elettorali in materia economica, fiscale e pensionistica.

Perché?

Perché la matematica non è una opinione.

Perché il confronto con i mercati non lo decidono Di Maio e la Castelli.

Perché Conte non conta nulla fuori dal suo ufficio.

Perché i nodi vengono sempre al pettine.

iRoby

 


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*