Il paradosso

Per i sostenitori della decrescita felice la crescita zero del nostro PIL deve suonare come un parziale e imbarazzante insuccesso.

Infatti, nonostante l’impegno profuso dall’impareggiabile duo Conte Di Maio – gente che mastica di economia come uno senza neanche più un dente in bocca -, non si segnala ancora il tanto agognato segno negativo.

La recessione c’è, è ormai evidente a tutti, ma non è ancora così drammatica da introdurre misure come l’autarchia, l’economia basata sul baratto e la dotazione giornaliera di generi alimentari e di sussistenza.

Ci sono ancora troppi italiani sabotatori che al reddito di cittadinanza si ostinano a preferite il lavoro.

iRoby


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*