NO al NO

Piazza Castello sta diventando il simbolo e la sede di quella nuova versione del laboratorio politico che la città di Torino è spesso stata.

Capitale di uno Stato, capitale dell’auto, capitate della innovazione, (…), la mia Torino è spesso stata anche capitale del cambiamento politico, non inteso come alternanza democratica ma piuttosto della ricerca di nuovi e diversi paradigmi.

Questa mattina, con la discrezione che mi contraddistingue in questi casi, io in Piazza Castello c’ero.

Io c’ero a dire si.

Un si quasi sussurrato ma fermo, deciso e convinto.

Si alla crescita, allo sviluppo, all’innovazione, all’intelligenza, alla cultura, alla scienza, (…), al futuro.

NO al NO.

Un NO secco.

iRoby


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*