Un po’ di anni fa, ormai ultra novantenne, proprio oggi ci lasciava Indro Montanelli.

Lo ricordo con alcune quotes.

tamtam - montanelli - Indro Montanelli (Agenzia: TAMTAM)  (NomeArchivio: MONTA8vm.JPG)
tamtam – montanelli – Indro Montanelli (Agenzia: TAMTAM) (NomeArchivio: MONTA8vm.JPG)

“Il bordello è l’unica istituzione italiana dove la competenza è premiata e il merito riconosciuto.”

“L’unico consiglio che mi sento di dare – e che regolarmente do – ai giovani è questo: combattete per quello in cui credete. Perderete, come le ho perse io, tutte le battaglie. Ma solo una potrete vincerne. Quella che s’ingaggia ogni mattina, davanti allo specchio.”

“Forse uno dei guai dell’Italia è proprio questo, di avere per capitale una città sproporzionata per nome e per storia, alla modestia di un Popolo che quando grida ‘forza Roma’ allude solo ad una squadra di calcio.”

“Noi l’Italia la vediamo realisticamente qual è: non un vivaio di poeti, di santi e di navigatori, ma una mantenuta costosa e scostumata: ma è la sola che riesce a riscaldare il nostro letto e a farci sentire uomini, anche se cornuti.”

L’Italia ha la classe politica che si merita (…) Siamo sicuri che ne troveremmo di migliori? E se ne trovassimo, che cosa, quale “popolo” rappresenterebbero?

Grazie Indro.

iRoby


L’apoteosi del cretino

Kurz, il Ministro degli Esteri austriaco, è evidentemente affetto da una forma grave cretinismo aggravata da una surreale ignoranza in campo geografico.

Affermare, infatti, che gli italiani dovrebbero stipare tutti i migranti a Lampedusa, o isole analoghe, denota una patologia determinata da una seria scarsità di neuroni e di sinapsi.

Oppure i  neuroni e le sinapsi sono in numero normale ma la loro vivacità è quella tipica del bradipo.

12919919_10209165056912392_2048435830111305676_n

Comprendo che nascere e vivere in Austria possa essere motivo di frustrazione ma a tutto c’è un limite.

Signor Ministro, faccia una vacanza a Riccione, si rilassi un attimo e provi a far ripartire il suo cervello, con tutti i suoi palesi limiti.

iRoby


Godere di pessima stampa

Secondo l’autorevole The Sun, così come riportato da organi di stampa nazionale, Napoli è una delle dieci città più pericolose al mondo.

Personalmente sono stato diverse volte nella Città del Vesuvio, della pizza, di Pulcinella, (…), di mille e mille altre cose uniche al mondo e non mi sono mai sentito in pericolo.

Non più che a Barcellona o a Praga, a Parigi o a Lisbona.

Vero è che non viaggio ostentando gioielli – che non possiedo – o denari che muovo solo per le necessità quotidiane con la carta di credito.

14055091_10210475925483287_8052041088031195713_n

Dopo avere letto questa notizia mi sono ripromesso di tornare presto a Napoli.

Perché è una Città bellissima dove sono stato sempre benissimo.

A dispetto di quello che pensano quelli di The Sun.

iRoby


Dopo la Sicilia brucia l’Italia

Brucia lo Stivale per l’azione vigliacca delle merde che sono appiccicate alla sua suola e al suo tacco: gli italiani.

C’è anche chi da fuoco ai gatti per farli correre come tizzoni ardenti verso i boschi da distruggere.

19510647_10213660111005935_7144225192181459487_n

Il problema ormai non è prenderli ma piuttosto le pene da comminare.

Io alle pene durissime, anche le più estreme, non sono mai stato contrario.

iRoby


Coincidenze

Due auto da corsa tedesche stravincono il gran premio di formula uno in Inghilterra con a bordo un pilota inglese ed uno finlandese grazie al collasso delle gomme prodotte da una industria italiana che fornisce le  le auto da corsa italiane con a bordo un pilota tedesco ed uno finlandese.

10253869_10203822457750752_796504028342015268_n

Tutto raccontato senza punteggiatura, stile James Joyce.

Tutto il resto è calciomercato.

iRoby