Siamo seri, per favore

Sulla TAV ogni giorno esponenti del Governo etichettato come quello del Contratto di Governo fanno delle affermazioni diametralmente opposte.

E non stiamo parlando dei così detti peones, ma di Conte – non l’allenatore ex centrocampista della Juventus ma il Premier -, di Di Maio, di Salvini e di Toninelli.

Quindi oltre al Premiero presunto tale – di due Vice Premier e del Ministro competente per materia.

Quindi, se non reco disturbo, qual è la posizione del Governo, quindi dell’Italia.

Io, per esempio, sono un SI TAV.

Come sono un SI VAX.

Ripeto, io sono SI TAV e SI VAX.

Non è complicato avere un orientamento chiaro.

Potrei proseguire.

SI DIVORZIO.

SI ABORTO.

NO CROCEFISSO.

(…)

iRoby


Il primo che mi da del razzista lo querelo

Però era facile prevedere che la banda dell’uovo non era che una demente accozzaglia di cretini allo stato purissimo.

Il che non rende l’episodio meno grave per per la vittima – a cui va tutta la mia assoluta solidarietà – ma meno strumentalizzabile politicamente e mediatamente.

Tre giovani cretini – lanciano uova da un mezzo di nicchia senza neanche cancellarne le prove – sono l’occasione per enfatizzare un episodio di per se già gravissimo.

Infatti una giovane donna non ci ha rimesso un occhio per pura fortuna.

Guarisci presto Daisy e fatti onore prima cosa per Te e se lo ritieni opportuno per l’Italia.

Ho scritto questo post  per liberarti da ogni inopportuna e dannosa strumentalizzazione.

Io sono profondamente laico e quindi daltonico anche nelle tonalità di grigio.

iRoby


Basta poco

Oggi sulla salita che costeggia il parco del Sambuy a San Mauro mi sono trovato davanti un ciclista adulto che si teneva un po’ centrale per proteggere un ragazzino – forse il figlio – che per la giovane età arrancava lentamente.

Ho deciso di non azzardare un sorpasso pericoloso e mi sono messo in coda aspettando di avere lo spazio necessario per superare i due ciclisti.

L’ho fatto responsabilmente nonostante il fastidioso strombazzare di chi era in coda dietro do me.

Il braccio alzato in segno di ringraziamento da parte del ciclista adulto quando ho pestato sull’acceleratore della TTS andando via in un lampo ma in sicurezza mi ha migliorato la giornata.

Basta poco.

iRoby

 


L’alibi del tranello satana

Il pedofilo prete – per me prima è un maniaco pervertito e poi un sacerdote – sostiene che riteneva che la ragazzina con cui si è appartato in auto avesse quindici anni.

Quindi secondo questo vomitevole rappresentante di Dio in terra quindici anni sono una età adeguata affinché un uomo adulto possa molestare e approfittare di un essere umano, anche se questo non è consenziente.

Quindi non è poi vero che i sacerdoti debbano onorare il voto di castità, questo risulta essere affievolito dall’età della persona con cui intendono accoppiarsi, indipendentemente dalla sua volontà ovviamente.

L’immondo individuo infine ritiene di essere inciampato in un tranello di Satana, che ha astutamente celato una bambina di dieci anni sotto le false spoglie di una provocante quindicenne.

Evidentemente Dio in questo frangente è stato disattendo nel proteggere il suo rappresentante in terra dal losco tranello, quindi in parte anche lui, Dio, risulta essere colpevole.

Per questo la Magistratura italiana ha deciso di essere indulgente e limitarsi agli arresti domiciliare, ha ritenuto una valida attenuante l’alibi del tranello di satana.

iRoby

 


Niente di nuovo sotto l’eclissi …

… ovvero la luna, il dito e lo stolto.

Chi ha vinto, oppure come in questo caso ha sottoscritto il patto dell’inciucio, occupa progressivamente tutti i posti di sottogoverno.

Chi ha perso, oppure come in questo caso non è stato in grado di inciuciare, grida allo scandalo e all’attentato alla democrazia.

La novità sono i toni assordanti.

Soprattutto da parte di chi è al Governo.

Soprattutto lato pentastellato.

Quelli con l’ansia da prestazione.

Quelli che neanche il viagra politico.

iRoby