Visione e pianificazione

Il cuore e il cervello di una strategia, della identità di una comunità, della caratterizzazione di una nazione, della idea del futuro.

Ecco cosa manca da tempo, troppo, in Italia.

Faccio un esempio.

La visione è porsi l’obiettivo di creare e convertire posti di lavoro in modalità di smart working, per contribuire ad uno sviluppo economico e sociale più sostenibile.

La pianificazione è dare una risposta operativa ad alcune domande: quale target complessivo posso raggiungere e quali sono i target di comparto? In quanto tempo? Con quali risorse finanziarie, umane, strumentali? Quali sono le ricadute attese? Quali sono gli strumenti e gli indicatori di misura?

Cuore e cervello.

Un pensiero semplice? Un approccio banale?

“E=MC2” è banale?

“M’illumino d’immenso” è banale?

“L’O di Giotto” è banale?

Quanta saggezza nella voce narrante di Gastone Moschin in Amici Miei Atto II:

«Cos”è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione.»

Fantasia (…) esecuzione.

Cuore e cervello.

Ho letto per ragioni professionali tutti i provvedimenti emanati dal Governo per contenere la pericolosa diffusione del COVID-19 e per arginare la devastante crisi economico-finanziaria.

Sul secondo aspetto non ci ho trovato tracce di cuore e cervello.

Documenti privi di una idea di comunità, di paese e di futuro su temi come la scuola, la sanità, i trasporti, le politiche industriali, (…), le infrastrutture.

Non un cenno alla smart specialization strategy.

Solo misure emergenziali e helicopter money.

Sostegno finanziario risibile perché spesso indirizzato a chi non ne ha minimamente bisogno.

La prevalenza dell’una tantum.

Al tavolo dell’economia non abbiamo rilanciato ma abbiamo azzardato un bluff.

iRoby


Aspettando Godot?

No.

Aspettando i provvedimenti del governo, la loro pubblicazione e la loro efficacia.

Anche perché dopo gli annunci mediatici si crea un attesa alla quali altri devono provvedere.

Ma in attesa della della pubblicazione dei provvedimenti del governo gli altri non possono procedere.

Ma verranno additati come i burocrati.

Facciamo chiarezza.

iRoby


Cos’è il genio?

«Cos”è il genio? È fantasia, intuizione, colpo d’occhio e velocità d’esecuzione.»

Amici miei atto II (1982)

Tutte doti che indubbiamente non appartengono a Giuseppe Conte.

Una prova della mia affermazione?

Il decreto legge “rilancio”.

Non uno spunto uno che derivi da una visione del futuro, quindi frutto della fantasia.

Nessuna intuizione degna di tal nome.

Una miopia diffusa e malcelata tra i meandri di una prolissità e dalla opacità lessicale.

Lento ad essere partorito, lento ad essere pubblicato ma soprattutto lento nei contenuti.

iRoby


Il “DL”

Atteso, evocato, annunciato, comunicato ma … non ancora pubblicato.

Quindi per quelli per i quali il “DL” è uno strumento di lavoro vuol dire essere nel limbo.

Centinaia di articoli, centinaia di pagine in gran parte ancora in bozza.

Giuseppi, come fosse un personaggio del Grande Fratello, complice il cerimoniere Rocco (non Siffredi) ha fatto l’annuncio nel confessionale.

Ma ci sono delle persone che vivono nel mondo reale che devono trasformare gli annunci in provvedimenti concreti e reali.

Questi, tra cui il sottoscritto, hanno bisogno di una cosa che si chiama strumento legislativo, per fare la loro parte, il loro lavoro.

Scusate il disturbo.

Mondo Reale a Grande Fratello.

iRoby