Sentirsi superiori

Quello che meno tollero è il sentirsi moralmente e culturalmente superiore da parte di chi appartiene ad un determinato orientamento politico.

Io, che sono dichiaratamente laico e liberale, non mi permetto di giudicare chi, e non mi sento superiore a chi, ad esempio, legittimamente crede e riempie le chiese la domenica mattina.

Ho sempre rispettato ed ho altrettanto rigorosamente evitato di insultare coloro i quali la pensano diversamente da me.

L’unica arma che ho usato è quella del ragionamento, magari alla bisogna affilata con l’utilizzo di un po’ di ironia.

Non ritengo quindi civile che chi la pensa diversamente da me ritenga lecito l’insulto continuo.

Un esempio?

Se un laico e liberale come me sottolinea la necessità di far rispettare le leggi dello Stato, ad esempio la lotta allo spaccio della droga, non necessariamente è un novello nazzifascista con l’aggravante dell’antisemitismo.

Datevi tutti una calmata e astenetevi dal fanatismo.

iRoby


Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*